Normativa esenzioni

Ecco chi e quanto deve pagare

 

ASSISTENZA SPECIALISTICA, DIAGNOSTICA DI LABORATORIO E STRUMENTALE:

E’ dovuta una quota fissa di euro 11 per ogni ricetta. Oltre la quota fissa  è prevista per ogni ricetta, una quota ticket che prevede un limite massimo di euro 45, pertanto se la somma delle tariffe  delle prestazioni erogate (in base al tariffario regionale vigente) è inferiore a euro 45, il ticket da corrispondere sarà pari a tale somma  + euro 11; di contro, se la somma deile tariffe  delle singole prestazioni  sulla stessa ricetta  dovesse superare euro 45, il ticket da corrispondere sarà pari ad euro 45 +11 euro.

 

ESENZIONI PER PATOLOGIA E CATEGORIE PROTETTE:

Sono esentati dal pagamento della quota di partecipazione alla spesa (sia dalla quota fissa di 11 euro per ricetta, che dalla quota ticket) i cittadini che rientrano nelle condizioni previste dal DPGR n. 45 del 08/06/2011 (vedi tabella),  per i quali è competenza  del medico riportare nelle apposite caselle dell'impegnativa il relativo codice di esenzione, ad esclusione delle categorie contrassegnate con un asterisco, sempre riportate nel suddetto decreto, per le quali l'assistito dovrà corrispondere solo la quota fissa di 1 euro ad impegnativa.


ESENZIONI PER REDDITO:
Sono esentati dal pagamento della quota di partecipazione alla spesa (sia dalla quota fissa di 11 euro per ricetta che dalla quota ticket), i soggetti ed i loro familiari a carico che rientrano nelle seguenti condizioni:

E01: Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni,   appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro;

E02:  Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore ad 8.263,31 euro, incrementato fino ad 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

E03: Titolari di pensione sociale e loro familiari a carico;

E04: Titolari di pensione al minimo di età superiore a sessanta anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico